INFORMAZIONI TECNICHE

TOLLERANZA

Un importanza particolare rivestono le tolleranze, in particolar modo in corrispondenza degli angoli delle figure, dove necessariamente il gap deve rimanere costante, così facendo si determina, oltre che una lavorazione qualitativamente superiore, anche una notevole solidità strutturale del punzone, che non soffrirà più di rotture appunto in corrispondenza degli angoli.

Per dubbi sul gap corretto da effettuare tra punzone e matrice, non esitate a contattare il nostro staff, che saprà certo affiancarvi nella scelta dell’utensile.

RIVESTIMENTI

Uno dei maggiori problemi nelle lavorazioni di punzonatura è l’usura degli elementi di taglio, punzoni e matrici. Per sopperire a questo normale processo si possono adattare diversi tipi di rivestimenti speciali, per l’indurimento e la fluidità.

Ovviamente pr ogni tipo di lavorazione c’è il tipo di rivestimento più appropriato, infatti in molti cai l’usura non è solo una questione di durezza, ma di eccessiva adesione del materiale lavorato agli elementi di punzonatura (punzone e matrice).

Generalmente si consiglia TICN o TIN nelle lavorazioni di acciai, mentre per alluminioo ferri dolci TICN PLUS o MOVIC, appositamente studiato per la non adesione del materiale e di conseguenza una maggiore durata dell’affilatura e dell’utensile stesso.

MOVIC

MOVIC
Non è classificabile come rivestimento di indurimento, ma come rivestimento che aumenta le doti scorrimento. Il suo spessore è meno di un micron. Il suo coefficiente d’attrito contro 100 Cr 6 è < 0.05

TIN

TIN
Rivestimento classificato come di indurimento microdurezza 2300 (HV 0.005). Coefficiente d’attrito contro 100 Cr 6 0.6 Il suo spessore va da 1 a 4 micron.

TiCN

TiCN
Rivestimento classificato come di indurimento microdurezza 3500 (HV 0.005). Coefficiente d’attrito contro 100 Cr 6 0.4 Il suo spessore va da 1 a 4 micron.

TiCN-Plus

TiCN Plus (TiCN + Movic)
Racchiude tutte e due le caratteristiche ossia internamente TiCN per l’indurimento ed esternamente Movic per la fluidità.

UTENSILI PER LAVORAZIONI PESANTI

L’uso di questi utensili è consigliato ove si necessita di eseguire lavori con alti spessori o geometrie di taglio farticolarmente sfavorevoli. L’uso di matrici rinforzate rende questa lavorazione più sicura e duratura, e il rischio di rottura è notevolemte inferiore ad una matrice standard.

TIPI DI AFFILATURA

Affilatura A

AFFILATURA “A”

affilatura B

AFFILATURA “B”

Affilatura C

AFFILATURA “C”

Affilatura D

AFFILATURA “D”

Affilatura E

AFFILATURA “E”

Affilatura F

AFFILATURA “F”

RIAFFILATURA

Affila i tuoi utensili anche rivestiti con regolarità, dopo la riaffilatura con una pietra abrasiva di grana fine, togli i residui del materiale sui taglienti dei punzoni, in questo modo garantirai una vita più lunga dei tuoi utensili.

Non lasciare che gli elementi di taglio siano troppo usurati prima della riaffilatura, altrimenti dovrai affilare l’utensile in profondità per ripristinare il corretto esercizio degli stessi.